l Cristina Hotel & Restaurant - Chambave • Valle d'Aosta
We use cookies to personalize content and to analyze our traffic. Please decide if you are willing to accept cookies from our website.

Nei dintorni

Tutte le attività che puoi svolgere vicino alla nostra struttura!

La via Francigena

PASSEGGIATE, ARIA APERTA

Percorrere a piedi le tappe della Via Francigena in Valle d’Aosta significa camminare tra borghi antichi e splendidi castelli, suggestive chiese e importanti vestigia dell’epoca romana, sempre circondati dal profilo delle Alpi. Lungo il percorso si incontrano anche numerose zone di coltura di vigneti pregiati (a Nus, Chambave, Arnad e Donnas) e località celebri per i prodotti DOP come il prosciutto di Bosses e il lardo di Arnad. Il percorso si articola in cinque tappe e ha inizio al Colle del Gran San Bernardo, a 2.450 metri di altitudine, in territorio svizzero; il cammino scende lungo la vallata omonima verso Aosta (580 m), capoluogo della regione e cittadina ricca di storia e di testimonianze del passato, e procede poi lungo la valle centrale fino a Pont-Saint-Martin dove esce dalla Valle d'Aosta e prosegue in Piemonte. E' consigliabile percorrere la tappa n. 1 in estate (o in assenza di neve al valico del Gran San Bernardo) mentre quelle lungo la valle centrale sono adatte ad ogni stagione, anche come percorso per un trekking di 2 o 3 giorni alla scoperta della regione.

Skiroll Verrayes

SPORT, TEMPO LIBERO, ARIA APERTA

L’area sportiva di Rapy è senza dubbio punto di riferimento per coloro che praticano lo skiroll grazie ad un anello di km 2,1 (uno dei pochi esempi in Europa), lungo il quale è possibile allenarsi per future competizioni o anche solo semplicemente “passeggiare” con pattini, roller, biciclette o skiroll. Recentemente è stato installato sulla pista un poligono di tiro per gli allenamenti di Biathlon, apprezzato dagli atleti perchè è l'unico impianto che permette le prove di tiro "sotto sforzo". E’ grazie al locale Skiroll Club Comunità Montana Monte Cervino che numerose gare di Campionati Italiani, Campionati Europei, Grand Prix, nonché di Campionati del Mondo sono state organizzate a Rapy: solo pochi anni fa, nel 2002, si sono sfidati i migliori atleti della specialità, oltre 200, provenienti da 16 paesi. Nell'agosto 2009 la pista di Rapy ha ospitato l'arrivo di una tappa del giro ciclistico internazionale della Valle d'Aosta e ormai da qualche anno il gruppo AVIS di Ivrea organizza una gara di campionato italiano di Monopattino. La pista è a disposizione di enti e associazioni per l'organizzazione di eventi sportivi.

Riserva Naturale
stagno di Loson

PASSEGGIATE, ARIA APERTA

La Riserva Naturale Stagno di Loson è un angolo di quiete a poco più di 1.500 m. La stagno della Riserva, nel comune di Verrayes, è un antico lago di origine glaciale, ormai in fase di colmamento, incastonato in una zona climaticamente xerica, uno dei pochi esempi in Valle d'Aosta. Le acque libere del lago, nella parte centrale, sono circondate dalla torbiera che lascia poi il posto ad un fitto canneto; ancora oltre, ampi pascoli e lembi di bosco. La grande variabilità ambientale ha permesso lo sviluppo di organismi planctonici e di specie igrofile e idrofile di cui alcune molto rare per la Regione, come Polygonum amphibium, Potamogeton natans e le piante insettivore Utricularia australis, Utricularia minor e Dosera rotundifolia. Una gita all'insegna della tranquillità e della bellezza dell'orizzonte: dolce, vasto e verde. Naviga nel sito e scopri di più sulle riserve naturali e i parchi della Valle d'Aosta: su Vivavda troverai le descrizioni dettagliate per ogni area naturalistica, i sentieri suggeriti, le attività e le strutture ecosostenibili che aderiscono al progetto.

Arboretum Abbé Vescoz

PASSEGGIATE, TEMPO LIBERO, ARIA APERTA

Questo arboreto, il più antico della Regione nel suo genere, fu realizzato fra il 1905 e il 1908 dal Canonico Vescoz, illustre religioso, letterato, scienziato e geologo nato a Verrayes, in un costone arido e povero denominato Pointys (1050 m. s.l.m.) ed acquistato dallo stesso con enormi sacrifici economici. Si tratta del primo esperimento di rimboschimento effettuato in Valle d’Aosta con specie esotiche, su una superficie di oltre 12 ettari. Furono messe a dimora oltre 11.000 piante non indigene, tra le quali 3 varietà di cedro, 2 varietà di douglas, 2 varietà di cipresso italico, il cipresso di Monterey, la thuja, la sequoia gigante e il pino nero, oltre a specie autoctone, alcune delle quali completamente fuori stazione, tra cui il faggio, la farnia, il pino mugo, ecc… Il visitatore può ammirare un complesso boschivo di elevato interesse naturalistico, botanico e scientifico, vista l’unicità e la particolarità del sito. Da citare la presenza massiccia dell’aromatico timo. Il sito è visitabile dal 1995 e la stagione più indicata per la visita dell’Arboretum è la primavera, caratterizzata da un’esaltazione di colori e profumi. Tre pensiline corredate della cartografia dell’arboreto, indicano ai turisti la vegetazione, i vari sentieri da percorrere (ognuno opportunamente segnalato) e le zone più panoramiche.

Indirizzo

Località Champagnet, 1
Verrayes (AO)

Telefono

+39 0166 46 184